Conad Lamezia-Romeno Normanna Aversa 3-0

Lamezia Terme, Lunedì 04 Giugno 2018 - 13:41 di Redazione

Conad Lamezia-Romeo Normanna Aversa 3-0  27-25, 25-18, 25-21  Durata set: 35’-27’-32’     

Conad Lamezia: Gerosa 3, Spescha 15, Alborghetti  5, Turano 5, Garofalo 6, Bruno  11, Zito lib.,  Gaetano 2, Alfieri 1, Del Campo, Non entrati: Sarpong, Polignino, Chirumbolo lib.   Allenatore: Vincenzo Nacci    

Romeo Normanna Aversa: Illuzzi 1, Corti 10, Testagrossa 8, Vetrano 4, Bonetti 11, Mandolini 12, Nero lib., Krumins 1, Berardi, Conte, Non entrati: D’Auge lib, Lentola, Pappalardo, Gaetano,   Allenatore: Vittorio Mastrangelo       

Arbitri: Deborah Proietti di Perugia e Anthony Giglio di Trento    

La serie contro Aversa parte con il piede giusto. La Conad Lamezia fa sua gara1 con il punteggio di 3-0.     Nacci continua ad alternare le bande, in posto 4 giocano Garofalo e Del Campo, la diagonale principale è sempre quella formata da Gerosa e Spescha, al centro ci sono sempre Alborghetti e Turano, il libero è sempre Zito.  Aversa risponde con la vecchia conoscenza della pallavolo lametina Illuzzi in cabina di regia e Corti opposto, Vetrano e Testagrossa al centro, Bonetti e Mandolini bande, Nero libero.  È Aversa a tentare il primo allungo (4-6) subito ripresa però e superata dalla Conad che, con il turno in battuta di Bruno piazza un break di 5 punti e si porta avanti 13-8. Trascinati da Bonetti e Corti però i campani si riportano in scia (15-14).  I giallorossi conservano però un break di vantaggio che aumenta fino al 23-20 grazie ad un ace sporco di Gerosa, palla non controllata da Nero. Poi un muro di Turano su Corti regala ben 4 palle set ai lametini (24-20). 4 palle che però Aversa annulla con due pipe di Mandolini, un attacco di Bonetti e un muro di Vetrano su Spescha (24-24). La Conad riesce finalmente ad interrompere la serie utile ospite ma spreca con la battuta lunga di Costantino un nuovo set point. Ne arriva ancora un altro sul 26-25, Nacci inserisce Alfieri in battuta e il palleggiatore lo ripaga mettendo a terra l’ace che vale il primo set (27-25). L’avvio di secondo set è senza variazioni negli schieramenti in campo. La Conad parte in maniera convincente (7-4) approfittando anche di qualche errore ospite, soprattutto in battuta. Commette meno errori la formazione giallorossa che con continuità e massima concentrazione fa il suo gioco e allunga ancora 16-9 con un muro a due di Turano e Spescha su Mandolini che costringe il tecnico ospite Mastrangelo al time-out. Continuano ad essere decisivi i cambi in battuta e Gaetano, entrato al servizio per Turano, sigla l’ace che vale il + 8 (18-10). Il set, giocato senza sbavature dai ragazzi di Nacci, scivola via senza affanni. A chiuderlo, 25-18, ci pensa capitan Spescha.  C’è Krumins al posto di Illuzzi in avvio di terzo set (il palleggiatore era stato sostituito negli ultimi scambi del set precedente), Nacci invece lascia tutto invariato nella sua squadra finora senza macchia. Il secondo set vinto con eccessiva facilità forse illude la Conad che il più sia ormai fatto e i giallorossi consentono agli ospiti di prendere un discreto margine sin dai primi scambi (3-6). I giallorossi questa volta però non perdono la testa e con Garofalo in battuta piazzano un break di 4 dal 6-9 al 10-9 che rimette sui giusti binari il set e la partita. Spescha e compagni non sbagliano più un colpo, il divario aumenta con un ace sporco di Gerosa (19-16). È l’allungo decisivo che permette ai ragazzi di Nacci di chiudere 25-21 dopo l’errore in battuta, l’ennesimo,  di Corti.  Per gara1 missione compiuta, mercoledì si gioca il ritorno ad Aversa.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code